«Ecco perché non dovete imporci di vaccinare i nostri figli»

Da settembre i bambini devono essere vaccinati per iscriversi al nido o all’asilo. Ma molti genitori non sono d’accordo.

Vaccini obbligatori per iscriversi a scuola, a partire da settembre. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge «Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale». I bambini da 0 a 6 anni non vaccinati non potranno essere iscritti al nido o alla scuola materna. Anche nella scuola dell’obbligo e nei primi due anni delle superiori i vaccini sono obbligatori, ma non è previsto il divieto di iscrizione. Ci saranno però sanzioni «anche 30 volte più alte di quelle esistenti» ha spiegato il premier Gentiloni. Da 500 a 7.500 euro. E i genitori che non provvederanno ad assolvere l’obbligo rischiano la sospensione della patria potestà.

Ma c’è una schiera di mamme e di papà contrari a questa disposizione: non accettano di essere obbligati a vaccinare i figli contro la loro volontà. Fra loro c’è Sandrine M., mamma di due bambine, di un anno e mezzo e quattro, residente in Emilia Romagna, vicino a Bologna. È nata e cresciuta in Francia, dove «solo tre vaccini sono obbligatori (quelli anti difterite, polio e tetano) per l’iscrizione al nido e alla scuola materna». Però è disponibile solo il vaccino esavalente. «I francesi sono molto arrabbiati, perché vogliono che torni a disposizione il trivalente. I genitori non vogliono somministrare ai figli vaccini che non ritengono necessari, e hanno organizzato una grande raccolta firme».

Quindi mi domando perché in Italia da 12 vaccini ora passati a 10…È  all’estero solo 3?

Dite la vostra commentando

Oppure mettete mi piace sulla pagina fb ilvostropensiero

O Twitter @ilvostropensier

Pubblicato da ilvostropensiero

Tutto il gossip e news in Italia, seguitemi per stare sempre aggiornati... Parlando di uomini e donne, isola dei famosi, temptation island, grande fratello e tanto altro dei vostri vip preferiti...VI ASPETTO