Grande Fratello: I familiari di Varrese distrutti per la gogna mediatica.

I familiari di Varrese distrutti per la gogna mediatica

Seguitemi su YouTube

Ciao a tutti dal vostro Domenico Monsellato, oggi parliamo della famiglia di Varrese, dove in una intervista hanno dato la colpa a Beatrice Luzzi per la gogna mediatica a Varrese.
Ecco le parole della sorella, zia e mamma di Varrese:


” Mio figlio è vittima di una carneficina, non è più un gioco. Mi ha fatto male vederlo umiliato di fronte a milioni di persone quando gli è stato letto quanto la sua ex compagna aveva scritto a favore di Beatrice Luzzi e contro di lui. È stato uno smacco, per di più perché è avvenuto in diretta. Questo è uno degli episodi che mi ha fatto più male ma ce ne sono decine.
Spero reagirà in qualche modo. Gliene sono state dette talmente tante…Credo un po’ si sia già reso conto di quanto sta accadendo all’esterno ma che non abbia compreso la portata di quanto è stato scritto e detto sul suo conto. Non a questi livelli. Da madre, non ho potuto fare niente. Ho parlato con decine di avvocati e tutti mi hanno detto che dovrà essere lui a decidere una volta uscito. Io sono sgomenta. Dal punto di vista personale, mi sarebbe piaciuto uscisse fin dal primo episodio con la signora Baci. Ma è lì per lavorare e quindi capisco. D’altronde, se uscisse, lo farebbe portandosi addosso l’etichetta schifosa che gli è stata appiccicata addosso e questo mi addolora”.


La zia ha aggiunto: “Ci sono migliaia di persone a favore di Massimiliano. Questo piccolo gruppo di hater sta solo facendo più rumore. Ma mia sorella sta cadendo in una brutta depressione, è distrutta. Queste persone andrebbero fermate. Ci stanno distruggendo, siamo in uno stato d’animo pessimo”.
Cosa ne pensate?

Pubblicato da ilvostropensiero

Tutto il gossip e news in Italia, seguitemi per stare sempre aggiornati... Parlando di uomini e donne, isola dei famosi, temptation island, grande fratello e tanto altro dei vostri vip preferiti...VI ASPETTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.